LA VIOLENZA SULLE DONNE E' UNA DELLE COSE PIU' GRAVI E SCHIFOSE DI QUESTO MONDO, COSI' COME LO E' NEI CONFRONTI DEGLI UOMINI. RIFLESSIONE DI ADAM KADMON

La donna va rispettata, così come va rispettato l'uomo. Purtroppo però vi sono uomini che non essendo stati correttamente educati, si sentono superiori alla donna e quindi la sottopongono ad una serie di soprusi che oggi vengono raccolti sotto il neologismo chiamato "femminicidio". Come in premessa però è importante capire che anche gli uomini vanno rispettati dalle donne. Dare la colpa alle donne o agli uomini in generale è un errore. La vera colpa è del degrado sociale e mancanza di educazione da parte di tutte le strutture che dovrebbero evitare il crearsi di tale disagio e squilibrio generale. Questa mancanza di educazione che provoca conflitti è anch'essa parte integrante della strategia divide et impera con cui i poteri deviati rendono impossibile anche il solo fermarsi un attimo a pensare con calma. Si è sempre sotto attacco di qualcuno o qualcosa. I cittadini vittime di ingiustizie su ingiustizie, ad ogni livello, troppo frustrati dal doversi quotidianamente difendere da tutti, non hanno possibilità di organizzarsi, ideare ed agire costruttivamente per porre in essere azioni non violente ma efficaci nel privare di manovalanza i poteri deviati stessi. Se ci fate caso una persona onesta non solo si deve difendere da delinquenti e corrotti ma a causa dello squilibrio generale, deve difendersi spesso addirittura da chi ama o ha amato, dai parenti, dai vicini; nel mondo del lavoro da colleghi disonesti, da superiori spesso mediocri che anziché premiare i diligenti, creano lobby negli uffici stessi realizzando delle "corti" di assenteisti in stile fantozziano composti dagli elementi più incapaci, ipocriti e servili, che nella loro idiozia vanno a fare pure mobbing contro le persone che a loro differenza lavorano, finendo con lo scoraggiarle e quindi peggiorando i servizi che offrono al cliente, danneggiando le aziende stesse con tutto ciò che ne deriva. Inoltre le vittime si squilibrano a loro volta, diventando senza volerlo i carnefici di altre persone in altri settori fra cui i più preziosi ossia la loro stessa famiglia maltrattando ad esempio partner o figli. Si tratta di un ciclo di sofferenza apparentemente infinito che però fa tanto comodo ai poteri deviati che altrimenti, se le persone avessero tempo, serenita ed educazione, si sarebbero già unite in ogni ambito del sociale, in ogni professione per togliere a corrotti e corruttori ciò senza cui sarebbero finiti: forza lavoro e manovalanza. I poteri deviati fanno credere che il problema sia molto più complesso invece sostanzialmente è solo questo: una seria mancanza di educazione fin da bimbi all'immedesimarsi nel prossimo e a saper subordinare all'intelletto il primitivo istinto di sopraffazione che in alcune persone è più forte che in altri e quindi le rende, senza ferrea educazione e con cattivi esempi, capaci di sopraffare senza farsi scrupoli chi è più debole il tutto senza capire di creare una giungla, una ragnatela di ingiustizie di cui saranno loro stessi presto o tardi vittime di chi è invece più forte di loro. Tutto questo può migliorare iniziando a rieducarsi ed educare. Ci vorranno generazioni ma i risultati saranno sicuri e definitivi. Un primo passo è dunque quello di resistere al colpevolizzare tutta una categoria per colpa di una parte di essa ed iniziare invece a guardare il quadro di insieme. Ovviamente le persone più ottuse, continueranno a credersi superiori e disprezzeranno il contenuto di questo post.Ma da "bestie" prive di sensibilità (con rispetto per le bestie vere), non ci si può certo aspettare una buona reazione, altrimenti, non si comporterebbero da tali. Ma fortunatamente, la maggior parte di persone è intelligente e sensibile. Voi ne siete la dimostrazione